Cerca

Marea

e il naufragar m'è dolce in questo mare

Mese

giugno 2005

WELCOME MONICA
per dare il benvenuto  a Monica riporto quello che lei avrebbe voluto scrivere qui…parola per parola.
Hei! Sono finalmente riuscita a visitare il tuo blog, fiiiiiiiiigo!!! E’ bello che ci siano pensieri ,poesie, musica e amicizia …. Insomma un po’ di tutto, e poi tu hai un modo veramente unico di scrivere. Sei grande!!! Volevo scriverti quello che ti vado a riportare di seguito sul blog, ma non sapevo come fare visto che c’era solo la possibilità di scrivere un commento.
Me lo ha mandato Roby ( è davvero una meraviglia d’uomo!), molto tempo fa ma io lo conservo ancora.
E’ un pensiero molto bello che volevo condividere con te, se tu vorrai, poi, lo condividerai con tutti quelli che navigano nel tuo blog, ed in qualche modo anche nella tua vita…. Nei tuoi pensieri….
Beh, beccati questa e buona giornata!!!!!
 
 
SOLO PER DONNE FENOMENALI
 
Tieni sempre presente che la pelle fà le rughe, i capelli diventano bianchi, i giorni si trasformano in anni…..Però ciò che è importante non cambia; la tua forza e la tua convinzione non anno età.
 
Il tuo spirito è la colla di qualsiasi tela di ragno.
Dietro ogni linea di arrivo c’è una linea di partenza.
Dietro ogni successo c’è un’altra delusione.
 
Fino a quando sei viva , sentiti viva. Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.
 
Non vivere di foto ingiallite….insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni. Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c’è in te.
 
Fai in modo invece che compassione ,ti portino rispetto.
Quando a causa degli anni non potrai correre, cammina veloce.
 
Quando non potrai camminare veloce, cammina.
 
Quando non potrai camminare, usa il bastone.
 
Però non trattenerti mai!!!!!
 
 
Madre Teresa di Calcutta
 

WELCOME MONICA

per dare il benvenuto a Monica riporto quello che lei avrebbe voluto scrivere qui…parola per parola.

Hei! Sono finalmente riuscita a visitare il tuo blog, fiiiiiiiiigo!!! E’ bello che ci siano pensieri ,poesie, musica e amicizia …. Insomma un po’ di tutto, e poi tu hai un modo veramente unico di scrivere. Sei grande!!! Volevo scriverti quello che ti vado a riportare di seguito sul blog, ma non sapevo come fare visto che c’era solo la possibilità di scrivere un commento.

Me lo ha mandato Roby ( è davvero una meraviglia d’uomo!), molto tempo fa ma io lo conservo ancora.

E’ un pensiero molto bello che volevo condividere con te, se tu vorrai, poi, lo condividerai con tutti quelli che navigano nel tuo blog, ed in qualche modo anche nella tua vita…. Nei tuoi pensieri….

Beh, beccati questa e buona giornata!!!!!

SOLO PER DONNE FENOMENALI

Tieni sempre presente che la pelle fà le rughe, i capelli diventano bianchi, i giorni si trasformano in anni…..Però ciò che è importante non cambia; la tua forza e la tua convinzione non anno età.

Il tuo spirito è la colla di qualsiasi tela di ragno.

Dietro ogni linea di arrivo c’è una linea di partenza.

Dietro ogni successo c’è un’altra delusione.

Fino a quando sei viva , sentiti viva. Se ti manca ciò che facevi, torna a farlo.

Non vivere di foto ingiallite….insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni. Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c’è in te.

Fai in modo invece che compassione ,ti portino rispetto.

Quando a causa degli anni non potrai correre, cammina veloce.

Quando non potrai camminare veloce, cammina.

Quando non potrai camminare, usa il bastone.

Però non trattenerti mai!!!!!

Madre Teresa di Calcutta

…piccoli segnali a cui aggrapparsi… papà premiato per "milano produttiva" (grande babbo!!!!!), almeno qualcuno che produca in famiglia e poi ho trovato questo foglio straccio. E’ un appunto che avevo scritto tempo fa e pensavo fosse perso… Lo stile è quello che è ma ci sono affezionata ergo lo scrivo…

Immagina…

il rumore irripetibile di un’onda

uguale solo a se stesso.

Siedi sulle ginocchia del mare

e ascolta il suo respiro:

un chiacchericcio composto

da un lieve rullio

incalzato da un abbraccio più ampio,

da un dolce crepitio di conchiglie vibranti,

simile solo al respiro di due amanti esausti.

Sono un’ombra mossa dal vento,

in questo attimo perfetto.

I piedi nudi, sospesi nel vuoto

mentre scrivo da questo scoglio.

Sento voci scorrere sotto di me,

sorrido perchè ai loro occhi

sono solo la luce del faro,

mentre una brezza colora la mia aura.

Non fa paura questa notte di mare nero

che avanza sbirciando il mio scritto

e poi indietreggia timido

in un brusio di conchiglie smosse.

La tua voce mi arriva come un brivido lontano

ma il tuo passaggio

ha ridipinto questi luoghi

di un nuovo amore,

cancellando rumori

di lacrime amare.

(Caorle 27/08/2004)

al mio cow boy anonimo.

…piccoli segnali a cui aggrapparsi… papà premiato per “milano produttiva” (grande babbo!!!!!), almeno qualcuno che produca in famiglia e poi ho trovato questo foglio straccio. E’ un appunto che avevo scritto tempo fa e pensavo fosse perso… Lo stile è quello che è ma ci sono affezionata ergo lo scrivo…

Immagina…

il rumore irripetibile di un’onda

uguale solo a se stesso.

Siedi sulle ginocchia del mare

e ascolta il suo respiro:

un chiacchericcio composto

da un lieve rullio

incalzato da un abbraccio più ampio,

da un dolce crepitio di conchiglie vibranti,

simile solo al respiro di due amanti esausti.

Sono un’ombra mossa dal vento,

in questo attimo perfetto.

I piedi nudi, sospesi nel vuoto

mentre scrivo da questo scoglio.

Sento voci scorrere sotto di me,

sorrido perchè ai loro occhi

sono solo la luce del faro,

mentre una brezza colora la mia aura.

Non fa paura questa notte di mare nero

che avanza sbirciando il mio scritto

e poi indietreggia timido

in un brusio di conchiglie smosse.

La tua voce mi arriva come un brivido lontano

ma il tuo passaggio

ha ridipinto questi luoghi

di un nuovo amore,

cancellando rumori

di lacrime amare.

(Caorle 27/08/2004)

al mio cow boy anonimo.

Non mi sento, non mi vedo. Mi passo accanto e non riconosco la mia forza. Sta accadendo tutto …sta accadendo qualcosa che mi cancella. La stanchezza dov’era fantasia. Non mi ascoltano e non so che fare………..

Non mi sento, non mi vedo. Mi passo accanto e non riconosco la mia forza. Sta accadendo tutto …sta accadendo qualcosa che mi cancella. La stanchezza dov’era fantasia. Non mi ascoltano e non so che fare………..

Finito di leggere il libro di  BrianWeiss "Molte vite, un solo amore"..riporto alcuni stralci…

"I vostri incontri  variano di durata (cinque minuti, un’ora, un giorno, un mese, diece anni o più) ma non importa pechè sono relazione dell’anima. Essi non si misurano in termini di tempo ma di lezioni apprese".

"… non è detto che si arrivi a sposare sempre l’anima gemella più strettamente connessa a noi. Ce ne può essere reservata più di una, perchè le famiglie d’anima procedono insieme. Potreste scegliere di sposare un’anima-compagna meno interconnessa a voi, ma che ha  qualcosa di specifico da insegnarvi, o da apprendere da voi. Può darsi che il riconoscimento dell’anima gemella si verifichi in un momento successivo alla vita, quando ormai entrambi vi siete già formati una famiglia nella vostra vita attuale. E non è escluso che il vostro legame più forte riguardi l’anima di un vostro genitore, di un vostro figlio,  di un vostro fratello. E può darsi  infine  che il nostro legame più forte sia con un’anima che non si è incarnata durante questo vostro periodo di vita, e che vi sta gardando dall’aldilà, come un angelo custode.

Talvolta la vostra anima gemella è desiderosa e disponibile. Quest’uomo o qesta donna potrebbe riconoscere la passione e la giusta reazione chimica esistenti tra voi, gli intimi e sottili legami che derivano da tante appartenenze reciproche verificatesi nelle vite passate. Eppure quest’incontro potrebbe risultare persino dannoso per voi. E’ una questione di evoluzione dell’anima. Se un’anima è meno sviluppata ed evoluta dell’altra, nella relazione possono subentrare elementi di violenza, atteggiamenti possessivi, gelosia, odio e paura. Tali tendenze sono dannose per l’anima più evoluta, pur provenendo da un’anima gemella. Allora è facile che scaturicano fantasie di salvazione, come quando si pensa posso sempre cambiarlo, oppure: posso aiutarla a crescere. Se però, poniamo, uno dei due non consente all’altro di aiutarlo, se uno dei due per libera scelta si rifiuta di imparare, non vuole crescere, allora la relazione è condannata. Forse si produrrà un’altra occasione in un altro periodo di vita, a meno che l’anima recalcitrante non si ridesti in questa vita. ………."

Finito di leggere il libro di BrianWeiss “Molte vite, un solo amore”..riporto alcuni stralci…

“I vostri incontri variano di durata (cinque minuti, un’ora, un giorno, un mese, diece anni o più) ma non importa pechè sono relazione dell’anima. Essi non si misurano in termini di tempo ma di lezioni apprese”.

“… non è detto che si arrivi a sposare sempre l’anima gemella più strettamente connessa a noi. Ce ne può essere reservata più di una, perchè le famiglie d’anima procedono insieme. Potreste scegliere di sposare un’anima-compagna meno interconnessa a voi, ma che ha qualcosa di specifico da insegnarvi, o da apprendere da voi. Può darsi che il riconoscimento dell’anima gemella si verifichi in un momento successivo alla vita, quando ormai entrambi vi siete già formati una famiglia nella vostra vita attuale. E non è escluso che il vostro legame più forte riguardi l’anima di un vostro genitore, di un vostro figlio, di un vostro fratello. E può darsi infine che il nostro legame più forte sia con un’anima che non si è incarnata durante questo vostro periodo di vita, e che vi sta gardando dall’aldilà, come un angelo custode.

Talvolta la vostra anima gemella è desiderosa e disponibile. Quest’uomo o qesta donna potrebbe riconoscere la passione e la giusta reazione chimica esistenti tra voi, gli intimi e sottili legami che derivano da tante appartenenze reciproche verificatesi nelle vite passate. Eppure quest’incontro potrebbe risultare persino dannoso per voi. E’ una questione di evoluzione dell’anima. Se un’anima è meno sviluppata ed evoluta dell’altra, nella relazione possono subentrare elementi di violenza, atteggiamenti possessivi, gelosia, odio e paura. Tali tendenze sono dannose per l’anima più evoluta, pur provenendo da un’anima gemella. Allora è facile che scaturicano fantasie di salvazione, come quando si pensa posso sempre cambiarlo, oppure: posso aiutarla a crescere. Se però, poniamo, uno dei due non consente all’altro di aiutarlo, se uno dei due per libera scelta si rifiuta di imparare, non vuole crescere, allora la relazione è condannata. Forse si produrrà un’altra occasione in un altro periodo di vita, a meno che l’anima recalcitrante non si ridesti in questa vita. ……….”

…sola e stupida qui a piangere….fine delle trasmissioni

Blog su WordPress.com.

Su ↑