Cerca

Marea

e il naufragar m'è dolce in questo mare

Mese

maggio 2007

OGGI LALA è ON AIR SU

WWW.RADIOSTATIONWEB.COM

17.30-19.30

E SICCOME HO TANTO SONNO, MESSAGGIATEMI E MANDATEMI MAIL PER TENERMI SVEGLIA

palco@radiostationweb.com

diretta@radiostationweb.com

sms: 338.99.70.300

Annunci

OGGI LALA è ON AIR SU

WWW.RADIOSTATIONWEB.COM

17.30-19.30

E SICCOME HO TANTO SONNO, MESSAGGIATEMI E MANDATEMI MAIL PER TENERMI SVEGLIA

palco@radiostationweb.com

diretta@radiostationweb.com

sms: 338.99.70.300

Cosa sarebbe l’amore senza le regole, senza quello che ci hanno insegnato da piccoli? Senza i buoni e senza i cattivi?

Due persone che si amano, si conoscono, si crescono, si condividono. Sarebbe amore, se non vi fossero provenienze diverse? Due vissuti araldici, due aspettative diverse per i rispettivi figli?

Cosa sarebbero due persone che si amano se non ci fossero casellari sociali?

Forse sarebbero solo due amanti, fosse sarebbero più distanti, forse non si cercherebbero più. Gli amori immortali che si sublimano nell’eternità esistono o sono utopici obbiettivi che ci prefiggiamo per sentirci vivi?

(elucubrando su cime tempestose….)

Cosa sarebbe l’amore senza le regole, senza quello che ci hanno insegnato da piccoli? Senza i buoni e senza i cattivi?

Due persone che si amano, si conoscono, si crescono, si condividono. Sarebbe amore, se non vi fossero provenienze diverse? Due vissuti araldici, due aspettative diverse per i rispettivi figli?

Cosa sarebbero due persone che si amano se non ci fossero casellari sociali?

Forse sarebbero solo due amanti, fosse sarebbero più distanti, forse non si cercherebbero più. Gli amori immortali che si sublimano nell’eternità esistono o sono utopici obbiettivi che ci prefiggiamo per sentirci vivi?

(elucubrando su cime tempestose….)

                                         BRINDANDO A WILL…. parte seconda

 

 

                                          

 

 

Che il palco sia immenso o piccolo e raccolto, il rito resta sempre il medesimo. Le macchine accese, si parte. Suona il telefono, ecco un messaggio, qualcuno è in ritardo.

 

Poi arrivi, ti guardi intorno, cammini lento. Sulla spalla la tua custodia di presentimenti: “Ci sarà gente? Come sarà il suono?”.

 

Un tavolo, un angolo buono per provare le prime note, ognuno le sue, non è ancora musica. Poi arrivano le altre corde, c’è un DU-DU.DU al quale girare intorno. Nasce una melodia conosciuta, la voce si scalda, entrano i cori timidi ed ecco in un attimo sei di nuovo un gruppo… un gruppo che non vede l’ora che arrivi il suo turno. Smettti di guardarti intorno, ogni colore diventa lo stesso…. Blues…..

 

Poi le prove si fanno calde e allora silire sul palco diventa un di più. La serata, come dice il buon Will, “potrebbe anche finire qui”, mentre il sole tramonta e, sarà per zanzare, ma molto più probabilmente per le note spontanee che escono da quelle dita, mi sento tornare  in  una beyou, laggiù on the Mississippi River.

 

Mi chiedo se davvero serve un ampli per far sentire la propria musica… a me questa sera, basta un suono sommesso from soul to soul.

 

BRINDANDO A WILL…. parte seconda

Che il palco sia immenso o piccolo e raccolto, il rito resta sempre il medesimo. Le macchine accese, si parte. Suona il telefono, ecco un messaggio, qualcuno è in ritardo.

Poi arrivi, ti guardi intorno, cammini lento. Sulla spalla la tua custodia di presentimenti: “Ci sarà gente? Come sarà il suono?”.

Un tavolo, un angolo buono per provare le prime note, ognuno le sue, non è ancora musica. Poi arrivano le altre corde, c’è un DU-DU.DU al quale girare intorno. Nasce una melodia conosciuta, la voce si scalda, entrano i cori timidi ed ecco in un attimo sei di nuovo un gruppo… un gruppo che non vede l’ora che arrivi il suo turno. Smettti di guardarti intorno, ogni colore diventa lo stesso…. Blues…..

Poi le prove si fanno calde e allora silire sul palco diventa un di più. La serata, come dice il buon Will, “potrebbe anche finire qui”, mentre il sole tramonta e, sarà per zanzare, ma molto più probabilmente per le note spontanee che escono da quelle dita, mi sento tornare in una beyou, laggiù on the Mississippi River.

Mi chiedo se davvero serve un ampli per far sentire la propria musica… a me questa sera, basta un suono sommesso from soul to soul.

RAGAZZI NON FACCIAMO SCHERZI

TUTTI ON AIR

OGGI  17.30-19.30

SU WWW.RADIOSTATIONWEB.COM

per le e-mail in diretta: palco@radiostationweb.com

diretta@radiostationweb.com

sms in diretta 338.99.70.300

 

RAGAZZI NON FACCIAMO SCHERZI

TUTTI ON AIR

OGGI 17.30-19.30

SU WWW.RADIOSTATIONWEB.COM

per le e-mail in diretta: palco@radiostationweb.com

diretta@radiostationweb.com

sms in diretta 338.99.70.300

Volevo parlare di una canzone, di una vita e poi di tante vite.

La canzone è Imagine di John Lennon, canzone che adoro, come immagino molti di voi. Nel testo di dice “immagina che non ci sia niente per cui uccidere e morire… immagina che tutti vivano la loro vita in pace…” Immagina appunto… perché poi nella vita non capita sempre così. Capita che vieni uccisa sulla porta di casa perché i tuoi cani abbaiano troppo. Questo è accaduto a Tamara Monti, la ragazza dei delfini di Riccione. Tutto questo potrebbe far venire voglia di non immaginare più, di arrendersi alla follia e alla violenza.

 

E invece no, c’è chi è riuscito a fare nascere dal letame dei fiori, ricordando che dai diamanti non nasce niente… così come cantava il grande Fabrizio De Andrè . I parenti, il fidanzato e gli amici di Tamara hanno fondato una associazione benefica che aiuta i bambini delle case famiglia e le donne vittime di violenze sessuali. Hanno trovato la forza di amare e vorrei che anche noi trovassimo la forza per aiutare. Serve tutto. Servono soldi, servono emozioni, servono idee, servono vissuti da condividere.

L’associazione mira ad evitare sprechi di denaro, si preoccupa di capire cosa materialmente possa servire e contatta direttamente i fornitori che possono garantire qualità e prezzi solidali. Non vengono scialacquati soldi in casse che restano sterili.  Qualunque cosa voi possiate fare… fatelo, combattiamo con la musica e l’amore

 

John diceva  

Puoi dire che sono un sognatore

 ma non sono il solo  

Spero che ti unirai anche tu un giorno

…. Vi aspettiamo.

 

Contattate Livio a livio@tamaramonti.it abbiamo bisogno di voi!

 

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑