Domenica mattina, esco scalza in giardino a sentire un po' di fresco. Per un attimo ho intuiro quell'aria umida dei primi freddi marini. Ho pensato a Ger che sarà al bar, circondato dal caldo odore di brioche appena sfornate, caffè e cacao. Una piccola fitta al cuore per la voglia di essere làggiù.

Me ne starei per la maggior parte del giorno alla terrazza, con in mano una tazza di thè fumante, avvolta in un maglione caldo e mi circonderei di silenzio e mare. Ti vorrei accanto, ti guarderei leggere il giornale. Di tanto in tanto mi accarezzeresti il collo senza dire una parola, per dirmi che ci sei. Ti risponderei con un sorriso, poggiando la mia guancia sulla tua mano, per sorreggere i pensieri e ti regalerei il silenzio che non so mai darti, sopraffatta dall'ansia di vederti portar via dalla prima onda invernale.

Annunci