E poi pensi a Vasco Rossi, che, poverino ti fa un po' pena. Passi tutta una vita circondato da gente che ti dice bravo, sei grande, sei un mito e bla bla bla. Poi capita che hai 60 anni e stai male, parecchio male ma sali sul palco perchè lo hai promesso a quelle pacche sulla spalla che ti incitavano, non puoi lasciarli “soli”. Ti fai di farmaci, ironia della sorte, questa volta ti costringono a prendere chimica per stare in piedi.
Non dai il massimo, lo sai tu, lo sanno loro. Scendi dolorante dopo ore di concerto e il risultato sono fischi e gruppi su facebook che spuntano con una velocità allucinante. Quello più “simpatico” si chiama “vasco…e basta”. Erano i tuoi fans, e al primo problema ti hanno mollato caro Vasco. Hai chiesto scusa e hai cercato di dare delle spiegazioni, con risultato uguale a zero.
Caro Vasco, questa cosa è bene che la impari, io ho dedicato questa estate a capire questo concetto: alla gente più dai e meno resta di te. Non basta, non basta mai, finchè non sputerai sangue e morirai sul palco, la gente non sarà contenta. E forse nemmeno allora, perchè chiederanno il rimborso del biglietto perchè non hai finito le tue tre ore di concerto.
Che poi, se ci pensi, che cosa c'hai guadagnato? Hai fatto una vita in mezzo alla gente per poi trovarti, come tutti, solo nel momento del bisogno. Le pacche sulle spalle sono diventate calci nel sedere.
Dammi retta, lascia stare, scrivi per te stesso, suona per tua figlia e manda affa tutta quella gente che sa solo spremere e spremere senza darti niente… che poi lo hai anche scritto a caratteri cubitali ma la gente che salta sugli spalti fa fatica ad ascoltare…e non solo quella

Rivelerò cose che nessuno sa di me
E lo farò
Solo perché tu non sai com’è

Brividi
Sento quando guardo
I lividi
Che han lasciato segni dentro

Io non ho voglia più di fare finta
che
Che vada tutto bene solo perché “è”

Guardami

Io sono qui

E te lo voglio urlare

Io sto male

Vivere o niente
In fondo poi nemmeno sai perché
Solo ti muovi
Dentro questo spazio tempo e

Lividi
Vedi i tuoi ricordi
Brividi
Quando senti che sono già morti

Io non ho voglia più di fare finta
che
Che vada tutto bene solo perché “è”
Guardami
Io sono qui
E te lo voglio urlare
Io sto male

Io non ho voglia più di fare finta
che
Che vada tutto bene solo perché “è”
Guardami
Io sono qui
E te lo voglio urlare
Io sto male

Annunci