Siamo una casa
senza tetto,
una magnifica costruzione
di precarietà
che si scioglierà
sotto il peso
della prima pioggia
d’ottobre.

I muri resteranno nudi
la corrente laverà via
quadri
fotografie felici
serate di futuro
progettato sul divano,
la tua parte di armadio,
le lenzuola vergini.

Eravamo
L’idea di una vita
Che si è spenta
Bruciata dall’acqua
Piovuta da occhi stanchi
Di gridare muti
“Guardarmi
E amami”.

Annunci