Cerca

Marea

e il naufragar m'è dolce in questo mare

Data

6 febbraio 2012

Wisława Szymborska

Contributo alla statistica

Su cento persone:
che ne sanno sempre piu’ degli altri
– cinquantadue;

insicuri a ogni passo
– quasi tutti gli altri;

pronti ad aiutare,
purche’ la cosa non duri molto
– ben quarantanove;

buoni sempre,
perche’ non sanno fare altrimenti
– quattro, be’, forse cinque;

propensi ad ammirare senza invidia
– diciotto;

viventi con la continua paura
di qualcuno o qualcosa
– settantasette;

dotati per la felicita’
– al massimo poco piu’ di venti;

innocui singolarmente,
che imbarbariscono nella folla
– di sicuro piu’ della meta’;

crudeli,
se costretti dalle circostanze
– e’ meglio non saperlo
neppure approssimativamente;

quelli col senno di poi
– non molti di piu’
di quelli col senno di prima;

che dalla vita prendono solo cose
– quaranta,
anche se vorrei sbagliarmi;

ripiegati, dolenti
e senza torcia nel buio
– ottantatre’
prima o poi;

degni di compassione
– novantanove;

mortali
– cento su cento.
Numero al momento invariato.

Annunci

Wislawa Szymborska

Contributo alla statistica

Su cento persone:
che ne sanno sempre piu’ degli altri
– cinquantadue;

insicuri a ogni passo
– quasi tutti gli altri;

pronti ad aiutare,
purche’ la cosa non duri molto
– ben quarantanove;

buoni sempre,
perche’ non sanno fare altrimenti
– quattro, be’, forse cinque;

propensi ad ammirare senza invidia
– diciotto;

viventi con la continua paura
di qualcuno o qualcosa
– settantasette;

dotati per la felicita’
– al massimo poco piu’ di venti;

innocui singolarmente,
che imbarbariscono nella folla
– di sicuro piu’ della meta’;

crudeli,
se costretti dalle circostanze
– e’ meglio non saperlo
neppure approssimativamente;

quelli col senno di poi
– non molti di piu’
di quelli col senno di prima;

che dalla vita prendono solo cose
– quaranta,
anche se vorrei sbagliarmi;

ripiegati, dolenti
e senza torcia nel buio
– ottantatre’
prima o poi;

degni di compassione
– novantanove;

mortali
– cento su cento.
Numero al momento invariato.

il big ben ha detto stop

 

Ti viene in mente una voce antica che decretava inesorabilmente che “il big ben ha detto stop”. Ecco pensi a questo. Stop, basta. Sei stanca, stanca di essere sempre messa alla gogna come portatrice di ogni male, stanca di sentirti carica dei tuoi errori (e con quelli sai farci i conti) e degli errori altrui. Stanca di confrontarti ad adulti che si comportano da bambini viziati, che vogliono quel gioco, sì, proprio quel gioco che non possono avere e che non meritano, quel gioco che hanno avuto in mano per un solo istante e che hanno rotto. Basta. Non sei più disposta a sopportare. Ogni cosa che fai è travisata, ogni parola inascoltata. Che senso ha? Hai dato fondo ad ogni forza per essere gentile e felice per chi gentile e felice non lo sarà mai con te e per te. Adesso basta. Non ci sono altre spiegazioni, non presti più il fianco con parole che verrebbero rivomitate uguale ed opposte, restano solo insulti di cuore. Basta, il big ben ha detto stop.

il big ben ha detto stop

Ti viene in mente una voce antica che decretava inesorabilmente che “il big ben ha detto stop”. Ecco pensi a questo. Stop, basta. Sei stanca, stanca di essere sempre messa alla gogna come portatrice di ogni male, stanca di sentirti carica dei tuoi errori (e con quelli sai farci i conti) e degli errori altrui. Stanca di confrontarti ad adulti che si comportano da bambini viziati, che vogliono quel gioco, sì, proprio quel gioco che non possono avere e che non meritano, quel gioco che hanno avuto in mano per un solo istante e che hanno rotto. Basta. Non sei più disposta a sopportare. Ogni cosa che fai è travisata, ogni parola inascoltata. Che senso ha? Hai dato fondo ad ogni forza per essere gentile e felice per chi gentile e felice non lo sarà mai con te e per te. Adesso basta. Non ci sono altre spiegazioni, non presti più il fianco con parole che verrebbero rivomitate uguale ed opposte, restano solo insulti di cuore. Basta, il big ben ha detto stop.

Blog su WordPress.com.

Su ↑