… per averti lasciato nello scaffale delle cose che prendono polvere… ma tu ci sei, mi hai sempre aspettato.

Do asilo dentro di me come a un nemico che temo d’offendere, un cuore eccessivamente spontaneo che sente tutto ciò che sogno come se fosse reale che accompagna col piede la melodia delle canzoni che il mio pensiero canta, tristi canzoni, come le strade strette quando piove. (F. Pessoa)

Annunci